Cerca su Griselda
Questo sito usa cookie di terze parti. Leggi la nostra Informativa cookies oppure chiudi questo avviso

Indice

Poeti del Centro:
Poesie
Andrea Gibellini

Poetica


La poesia ha bisogno di libertà
ma anche di uno spazio sicuro.


Allora la rinchiudo in un recinto
o dentro un giardino, la delimito


per bene con paletti e aste di ferro
questo dovrebbe servire a proteggere


non impedendo a qualcuno di entrare. 
E' come il muso di una mucca che tocca i fili


elettrici e che prova spavento
e non può scappare. Ma il guardiano


può entrare dentro quel pascolo, 
tutti vi possono entrare


e loro invece, dico le mucche, 
non possono più scappare.


Perchè una volta catturata la poesia
non deve più fuggire, andare per conto suo,


è un mondo a parte dentro il mondo normale
che tutti però possono visitare, sentire, ascoltare. 


Le parole in natura senza arte  
non avrebbero senso


o un senso assolutamente abituale.
L'arte aiuta a potenziare l'attività che si


svolge in quel recinto-giardino dove tutto 
è sempre in azione anche quando vediamo


le bestie ferme a guardare
il cielo, la luna, le nuvole volare. Scattano


quando qualcuno tocca l'erba
del prato segna con il passo un'altra strada


vuole vedere le cose da quella strana collina.
Poi arriva la notte. Allora il giardiniere


dopo aver pulito tutto quello spazio piccolo 
ma per lui enorme, perchè è solo, cerca 


di riposare, di andare a dormire e ripensa: ho falciato
quelle piante, tagliato con le cesoie
 
un grappolo di more, perchè l'uomo è goloso,
ho pulito le stalle, ho guardato filare il cane,


tutto è rimasto com'era. 
La poesia non ha bisogno 


di niente: se qualcuno vuole entra
e può anche mangiare, essere ospite


in una casetta dentro il grande giardino.
Può vivere per alcuni giorni in un modo


diverso. Oggi nessuno potrebbe davvero vivere
tutti giorni con la poesia, sarebbe troppo


strano sia per lui che per gli altri.
È meglio quindi essere ospitati che ospitare,


così, chi vuole salire fin lassù,
è libero di fare quello che vuole e può andarsene


quando vuole. Invece il contadino-giardiniere
non può fuggire e con lui le sue bestie.

Fondazione Carisbo
Alma Mater Studiorum
Dipartimento di Filologia Classica E Italianistica Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Via Zamboni 32 - 40126 Bologna - Cod.Fiscale: 80007013376 P.Iva: 01131710376 - © 2012
CREDITS: MEDIAVISION