Cerca su Griselda
Questo sito usa cookie di terze parti. Leggi la nostra Informativa cookies oppure chiudi questo avviso

Indice

Poeti del Centro:

Domenico Brancale

Foto di

Domenico Brancale (Sant’Arcangelo, 1976), vive a Bologna. Ha pubblicato Cani e Porci (Ripostes, 2001), L’ossario del sole (Passigli, 2007), Controre (Effigie, 2013) e incerti umani (Passigli, 2013). Ha curato il libro Cristina Campo In immagini e parole e tradotto alcuni autori come Cioran, John Giorno, Michaux, Scelsi. Collabora con la Galerie Bordas, CTL-Presse, e con le riviste “Anterem”, “Rifrazioni”, “Versodove”. Il suo lavoro sulla voce e sullo spazio ha prodotto numerose performance.

Poesie
(mi ’ggià skattà ’a cape)
(tutte le volte che ci sono passato)
(nessuno mi contiene)
(addò sòo i?)
(cché ni vuo’ sapè)
(pure sottaterre)
(non oso pensare)
(nella grotta la lingua oscilla)
(i’ere nu silenzie ianghe di milliche)
(non a ’vésse maie cuòte u fiore)
(vanno verso qualche cosa di ghiaccio)
(prematuri)
(in principio ho camminato)
Traduzioni
(mi devo schiacciare la testa) (traduzione di Domenico Brancale)
(dove sono io?) (traduzione di Domenico Brancale)
(che ne vuoi sapere) (traduzione di Domenico Brancale)
(pure sottoterra) (traduzione di Domenico Brancale)
(era un silenzio bianco di mollica) (traduzione di Domenico Brancale)
(non l’avrei mai colto il fiore) (traduzione di Domenico Brancale)
PDF
Domenico Brancale - poesie
Fondazione Carisbo
Alma Mater Studiorum
Dipartimento di Filologia Classica E Italianistica Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Via Zamboni 32 - 40126 Bologna - Cod.Fiscale: 80007013376 P.Iva: 01131710376 - © 2012
CREDITS: MEDIAVISION