Cerca su Griselda
Questo sito usa cookie di terze parti. Leggi la nostra Informativa cookies oppure chiudi questo avviso

Indice

Poeti del Centro:
Poesie
Ennio Cavalli

Certi versi

Certi versi sono bambine indiane,
spose in attesa di crescere.
Altri nascono dalla coscia di Giove,
straordinariamente assortiti.
Ma i poeti preferiscono i propri.


Certi versi sono esche vive
per la pesca d'altura,
schiavi messi ai remi
tra un mondo e l'altro,
schiavi rimessi al mondo.


Quando non uniscono gli antipodi,
inciampano dappertutto
si danno al brigantaggio, all'accattonaggio
levano i sentimenti
in un apostolato di falsi indizi.
Come fulmini incendiano i boschi,
fanno da filtro ai filtri d'amore.


Altri ancora, inodori, insapori,
hanno troppi pensieri.
Affondano sotto il peso dei debiti.
A volte non sono versi,
ma un poema di leve e tiranti,
un giardino all'inglese
frequentato da baby-sitter.


Le motociclette del muro della morte,
nell'altra vita, 
erano versi a testa in giù,
tenuti in sella da un'idea fissa:
una canzone o l'amore per sempre
e chi s'è visto s'è visto.


Ma un pescatore di spugne analfabeta
un tenore senza nome in cartellone
un gaucho ubriaco sbalzato da cavallo,
se trattengono il fiato,
ne hanno pronti di nuovi.








da Poesie con qualcuno dentro (Aragno 2012) qui modificata e ampliata

Fondazione Carisbo
Alma Mater Studiorum
Dipartimento di Filologia Classica E Italianistica Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Via Zamboni 32 - 40126 Bologna - Cod.Fiscale: 80007013376 P.Iva: 01131710376 - © 2012
CREDITS: MEDIAVISION