Cerca su Griselda
Questo sito usa cookie di terze parti. Leggi la nostra Informativa cookies oppure chiudi questo avviso

Indice

Poeti del Centro:
Poesie
Enrico Trebbi

La nebbia e i ricordi


Dalla finestra non si vede nulla
la nebbia ha mangiato il mondo
e tutto avviene in interno.
Sono i momenti in cui dovrebbe
rallentare il tempo e concedere
il sapore pieno dell’essere 
il sogno ad occhi aperti,  l’oblio 
del presente e del  freddo inverno.


Se ritorno di fretta da un viaggio
mi fermo allora al cimitero
a salutare i miei, nelle foto che
non sopporto e vorrei cambiare, 
negli sguardi tristi e persi che
fanno tenerezza, a ricordare 
il tempo, a rivedere i luoghi,
quando bastava al mio cuore 
mamma a rimagliare calze e maglioni
e l’odore del cibo nella fumosa cucina
il gelo a fiorire sui vetri e il buio
la nebbia vorace fuori a cancellare
la strada e i passanti. La casa la mia
navicella che solca i mari del diventare 
grandi, sicura di basse luci e angoli
le voci delle donne calmano il respiro
e preparano il sonno, io mi abbandono
mi lascio cullare e vado altrove
nei luoghi dove tuttora riparo, inadatto
da sempre. I ricordi che sono materia 
di me, erano allora promessa. Il soffio
leggero del gelo quando papà tornava.




Modena, 12 dicembre 2013

Fondazione Carisbo
Alma Mater Studiorum
Dipartimento di Filologia Classica E Italianistica Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Via Zamboni 32 - 40126 Bologna - Cod.Fiscale: 80007013376 P.Iva: 01131710376 - © 2012
CREDITS: MEDIAVISION