Cerca su Griselda
Questo sito usa cookie di terze parti. Leggi la nostra Informativa cookies oppure chiudi questo avviso

Indice

Poeti del Centro:
Poesie
Enrico Trebbi

Per Stefano


Anche la malattia, come la vita, condotta
sempre sul bordo estremo, aggrappato 
ai ciuffi d’erba, alle precarie sporgenze
delle rocce, su quel sentiero senza riparo
che avevi scelto per te, o così mi è parso.
Niente alibi, niente scuse, niente compromessi.
In questo modo non è facile morire e
non è facile vivere. Penso talvolta che,
sfinito, tu ti sia lasciato scivolare oltre
la scarpata del dubbio, smarrita la 
dura serietà luterana per cui ti avevo,
giovane idealista, ammirato, negli anni
luminosi delle passioni e dei sogni. C’era
una speranza, un vento di nuovo, c’era
il tuo sorriso appena accennato, come se 
fossi il solo a sapere che si lottava per nulla
ma bisognava pur farlo e starci dentro
era già un premio bastante. Ci sei stato sempre,
rigoroso e testardo, in quella strada fuori che io,
pigro e borghese, ho transitato con molto 
minore coerenza. Addio Stefano, compagno
di una breve stagione, mai morta per sempre
la più bella che potevamo avere.




Modena, 9 luglio 2012

Fondazione Carisbo
Alma Mater Studiorum
Dipartimento di Filologia Classica E Italianistica Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Via Zamboni 32 - 40126 Bologna - Cod.Fiscale: 80007013376 P.Iva: 01131710376 - © 2012
CREDITS: MEDIAVISION