Cerca su Griselda
Questo sito usa cookie di terze parti. Leggi la nostra Informativa cookies oppure chiudi questo avviso

Indice

Poeti del Centro:
Poesie
Eva Laudace

Restiamo umani

Il giorno in cui siamo nate
l’improbabile foschia estiva
ci pesava sui seni
smezzando il fiatare.
Parimenti si negava
la contrazione ennesima
quella devastante e pia
del reciproco vuotarsi.

La contraccezione emotiva
presa al limite della foga
non si restituisce
neppure si paga.
Se prima siamo umani
restiamo umani dopo
accarezziamoci
la cattiva abitudine.

Il giorno in cui siamo nate
già ci penetrava la caliginosa
cosicché da nuvole potessimo abitare la terra.
Ci piaceva masticare cingomme
oppure tenere le galassie a soffitto
oppure incornare l’unicorno per il sol corno
oppure farci impressionare dalle dita.


Da Tutto ciò che amo ha dentro il mare, La Vita Felice, 2013 - vincitore Premio InediTO Colline di Torino 2013 e finalista Premio Elena Viola Landi 2014

Fondazione Carisbo
Alma Mater Studiorum
Dipartimento di Filologia Classica E Italianistica Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Via Zamboni 32 - 40126 Bologna - Cod.Fiscale: 80007013376 P.Iva: 01131710376 - © 2012
CREDITS: MEDIAVISION