Cerca su Griselda
Questo sito usa cookie di terze parti. Leggi la nostra Informativa cookies oppure chiudi questo avviso

Indice

Poeti del Nordovest:
Poesie
Fabio Scotto

La Grecia è morta


La Grecia è morta
lo vedi da quelle scritte sui muretti a secco
dalle carcasse delle auto abbandonate nei campi
dal buio delle strade costiere la notte
dal tossire delle motorette sul lungomare
La Grecia è morta
quelle carte sporche a terra
strade tutte buchi
montagne di rifiuti
con l’odore che ti prende alla gola
La Grecia è sola
vittima dei raggiri delle banche
negozi che chiudono
insegne abbassate
lacrime e rabbia
La Grecia è nera
come la sabbia del vulcano
che dorme fra gli abissi della Caldera
La Grecia a sera
nell’incanto dei fiori rosa
nella brezza che agita il mare
La Grecia è un’isola che scompare
risucchiata dai flutti
di un’Atlantide perduta
La Grecia è muta
da troppo tempo Odisseo tace
sospinto da un porto all’altro
fino al capo di Finisterre
dalle colonne d’Ercole ingoiato
ubriaco per troppa sete
di vento, di burrasche
incapace di lasciarsi amare da un’ancella
La Grecia è in cella
nei manganelli dei colonnelli


nel confino inflitto a Ghiannis Ritsos
nella tortura, nei nomi di studenti scomparsi
La Grecia ha fame
nel pianto sconsolato dei suoi figli
nei seni vizzi delle madri per la carestia
La Grecia è di tutti
quindi anche mia
che l’amo disperato
perché sempre disperato è l’amore
La Grecia è un fiore
che trema al buio fra le cicale
promesso a una dea morta
[…]





Da: © La Grecia è morta e altre poesie, pref. di Alberto Bertoni, Passigli Poesia, Firenze 2013, pp.11-12.


Fondazione Carisbo
Alma Mater Studiorum
Dipartimento di Filologia Classica E Italianistica Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Via Zamboni 32 - 40126 Bologna - Cod.Fiscale: 80007013376 P.Iva: 01131710376 - © 2012
CREDITS: MEDIAVISION