Cerca su Griselda
Questo sito usa cookie di terze parti. Leggi la nostra Informativa cookies oppure chiudi questo avviso

Indice

Poeti del Centro:
Poesie
Gabriella Sica

Vittorio Sereni, trent’anni dopo


Per un’esile ora di festa
mi torna in mente m’è capitato
di incontrare
Vittorio Sereni signore fine poeta
di poesia che crea amicizia
un’ora di ansia e di grazia a Roma
tutt’occhi e orecchie
tutto un brusio un fermento intorno.
Calma e fredda la sera 
(nell’anno ’83, anno mio di carestia) 
in cielo come in terra
ci si orientava al buio con la stella
fidata fissa fiammeggiante stella
sul punto opaco?di disfarsi come sale
spoglia malferma variabile stella.
Le ombre dalle finestre chiuse
in silenzio cadevano tra noi due in luce
le tue parole ardenti?le tue febbrili speranze
i tuoi progetti di incontri futuri
il comune amore per cose e ore
la mia soglia?la tua imminente soglia
per uno scambio di passo
(e ora qui un altro scambio ancora)
indicavi quella barbagliante stella
a te stesso nell’aria fatale
la indicavi per i futuri passi
prima che si levasse l’aspro vento
che il vento gonfiasse il tuo vestito le suole
le tue orme
che tu dentro tutto quel vento.


23 gennaio 2013


Inedita in volume, pubblicata su “Nuovi Argomenti online”, 21 gennaio 2014,
http://www.nuoviargomenti.net/poesie/vittorio-sereni-trentanni-dopo/

Fondazione Carisbo
Alma Mater Studiorum
Dipartimento di Filologia Classica E Italianistica Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Via Zamboni 32 - 40126 Bologna - Cod.Fiscale: 80007013376 P.Iva: 01131710376 - © 2012
CREDITS: MEDIAVISION