Cerca su Griselda
Questo sito usa cookie di terze parti. Leggi la nostra Informativa cookies oppure chiudi questo avviso

Indice

Poeti del Centro:
Poesie
Gian Ruggero Manzoni

Estasi e martirio


 alla scrittura


Ti ho incontrata nell’estasi e nel martirio.
Possedevi lunghe radici, un cuore fisso e
immacolato, un tenero profilo, un secco labbro
forte agl’inverni e ai turbamenti.
Affrontavi le pagine con delicatezza - una a una - 
sfogliando adagio, e liberandoti al sapere.
A volte parlavi e a volte fremevi:
“Non ho stretto alcun uomo. Poco ho vissuto.
Poco ho amato. Perché, a quell’albero e a quel ramo,
a cui venni inchiodata, le convinzioni e l’imprevisto
mi hanno chiamata, resuscitando le volontà disperse
e le membra allargate.”
Noi in coro ti rispondevamo:
“Nessuno sperimenterà nella vita tutto ciò che gli è stato
destinato. Il dolore ha una tinta secolare, vicino a quel rosso
che investe le tonnare. Negli ultimi anni hai scoperto
le cause, ma la castità  impone il respiro e
il compendio delle risultanze.
L’autentica santità consiste nel proteggere gli altri,
nel dare il giusto significato alle armi e nel congiungere
i simboli, in un atto sacrificale.
Quindi non ti resta che pregare, innalzando i tabernacoli,
decorando gli altari, seducendo, con garbo e dignità,
ciò che in te reputi informale, perché
non importa conoscere l’esterno per comprendere
se stessi … il tuo mondo riposa nella vibrazione
di una corda vocale, in un battere di ciglia,
in quel neo, che ingentilisce
il tuo inguine ancestrale.”

Fondazione Carisbo
Alma Mater Studiorum
Dipartimento di Filologia Classica E Italianistica Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Via Zamboni 32 - 40126 Bologna - Cod.Fiscale: 80007013376 P.Iva: 01131710376 - © 2012
CREDITS: MEDIAVISION