Cerca su Griselda
Questo sito usa cookie di terze parti. Leggi la nostra Informativa cookies oppure chiudi questo avviso

Indice

Poeti del Centro:
Poesie
Giancarlo Sissa

Porto Corsini

Fai conto che io sia sempre più lontano dal fischio delle navi e dalla tempesta d'inverno che sbatte nel porto - la nave russa di chiglia rossa e nera non ci rappresenta - e che quanto si poteva insultare e scordare stia come veleno nella metà dell'angelo esposta. E' questo che intendevi dire maledicendo sotto di me il sudore nella bocca? Che fiumi si sono aperti nel tuo corpo? Ho visto cani uscire da noi nel silenzio dell'ombra, non la cicatrice sulla scapola, non il fulgore di una vera maledizione ma il tè del mattino, i tassì di un altro pianeta, il cielo abbassarsi fino alla tua impronta sul letto. Nella carne cruda della tua ferita spossavo le penombre dello sguardo. La bambina che ci sorride per strada è il riflesso dei passi  - la figlia crocifissa –




(da Taccuino del sud”, di prossima pubblicazione)

Fondazione Carisbo
Alma Mater Studiorum
Dipartimento di Filologia Classica E Italianistica Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Via Zamboni 32 - 40126 Bologna - Cod.Fiscale: 80007013376 P.Iva: 01131710376 - © 2012
CREDITS: MEDIAVISION