Cerca su Griselda
Questo sito usa cookie di terze parti. Leggi la nostra Informativa cookies oppure chiudi questo avviso

Indice

Poeti del Centro:
Traduzioni
Giovanni Previdi

L’eterno riposo


Senti che silenzio, 
sembra l’eterno riposo. 
Il gatto giovane dorme, 
la cucina è fatta, 
la porta è chiusa a chiave. 
Noi, stiamo nel letto, 
con la testa al posto dei piedi 
per prendere il fresco 
che viene dentro dalla finestra. 
E stiamo vicini, 
attaccati come le mattonelle, 
spegniamo la luce 
e ascoltiamo uno, là fuori, 
che va in altalena.

Giovanni Previdi
’L etèran riposo


Sént ke silénsiu, 
a par ’l etèran riposo. 
Al gat zóan al dòrum, 
la cuzìna l’è fata, 
la porta l’è inciavàda. 
Nüàntar, a stém ind al lèt, 
cun la testa ’l pòst di pé 
par ciapàr al frésc 
k’al végn déntar da la fnèstra. 
E a stém darént, 
tacà cmé li matunèli, 
zmursém la lüs 
e a scultém ün, là föra, 
k’al và in altaléna.




Due fettine di salame, poesie
(Quodlibet – Compagnia Extra, 2013)

Fondazione Carisbo
Alma Mater Studiorum
Dipartimento di Filologia Classica E Italianistica Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Via Zamboni 32 - 40126 Bologna - Cod.Fiscale: 80007013376 P.Iva: 01131710376 - © 2012
CREDITS: MEDIAVISION