Cerca su Griselda
Questo sito usa cookie di terze parti. Leggi la nostra Informativa cookies oppure chiudi questo avviso

Indice

Poeti del Centro:
Poesie
Guido Monti

Di Elda


La vecchia seduta è una graticola di rughe 
capello cenerino, talco anni trenta 
quasi ad esumare un novecento iniziale


apre bocca, la pelle tira, le parole son storie
l’occhio riprende lo scatto del tempo, le dita
pennelli torsuti, segnano vie, castelli e nel giro 
d’aria ecco il viandante, la sua traccia d’amor perduto


mi dice poi qualcosa di ultimo e per l’omino 
di storia è notte più fonda, un perdersi di tutto 
nel buio del possibile finale 


e la bocca torna una morsa, le braccia una croce


Elda quante lacrime hai dato alla vita, te ne andavi 
sempre dietro il racconto col civettare tra i rami
Elda, mia Elda perduta, infiabata






da Fa freddo nella storia (Stampa 2009, 2014)

Fondazione Carisbo
Alma Mater Studiorum
Dipartimento di Filologia Classica E Italianistica Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Via Zamboni 32 - 40126 Bologna - Cod.Fiscale: 80007013376 P.Iva: 01131710376 - © 2012
CREDITS: MEDIAVISION