Cerca su Griselda
Questo sito usa cookie di terze parti. Leggi la nostra Informativa cookies oppure chiudi questo avviso

Indice

Poeti del Nordest:
Traduzioni
Ivan Crico

Gelo


Ascoltando le parole del gelo
risalire le vene delle rose.
Nell’ultima ora del giorno, la prima
che il vetro del buio, cadendo
rapide, rigano le noci

del sogno. Steli lucenti
di vita attesa intrecciando al lampo
di mosto del mese fermo sulla limpida
palpebra delle finestre...

                            Si dilatano, roghi
d’ombre gli anni, la traccia
di luce che ti immagina: aria
- che per un attimo di sabbia arrivi
tu - da qui sempre strappata, sfiorando
il vuoto che si dissolve

sulla pietra del tuo nome.

Ivan Crico
Criùra

Da "Maitàni"


Scoltando i parlari de la criùra
’ndar su pa’le vene dei garòfui.
Ta l’ùltima ora del dì, la prima
che la lastra del scur, plozcando
zélare, le strica le còcule

de l’insonio. Fros’chi lustri
de vìvar spetà turzulando cu ’l folc
de most del mese ’ncantà ta la néta
pàlpiera dei véri...

                            Se slarga, caséi
de unbrìe i ani, la talpada de luse
che te imàzina: vént
- che par un àtin de sabion te rive
ti - de culì saldo sbregà, pelando
al vòido che l’é drìo desfantarse

sora ’l crét de la to nomenanza.

Fondazione Carisbo
Alma Mater Studiorum
Dipartimento di Filologia Classica E Italianistica Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Via Zamboni 32 - 40126 Bologna - Cod.Fiscale: 80007013376 P.Iva: 01131710376 - © 2012
CREDITS: MEDIAVISION