Cerca su Griselda
Questo sito usa cookie di terze parti. Leggi la nostra Informativa cookies oppure chiudi questo avviso

Indice

Poeti del Nordovest:
Poesie
Luca Mozzachiodi

Il bevitore - I


C’era un vecchio al mio paese conosciuto
per essere il più grande bevitore,
uomo avventato in ogni atto e senza
misura, capace di ogni scommessa,
sapendola già vinta s’intende, staccava
per ultimo le labbra dal bicchiere
tra i perdigiorno, nemico dell’agnello
e del maiale che adorava, del mollusco
stanato in una guerra tra gli scogli
saltando come uno scimmione, amico 
del vino bianco o rosso che fosse,
il suo più caro aiuto nelle sere
in cui si sentiva un aedo e gli mancava
la parola, o così pensavamo.
Non si sapeva poi cosa facesse
o avesse fatto mai nella sua vita
e a chi chiedeva o a noi troppo perplessi,
col grattacapo a Luglio e il sole a piombo
sulla testa, rispondevamo per indovinelli:
Parla da sempre chi parla con la Luna
e il giorno ha il suo daffare ad aspettarla.
Non era infatti raro ritrovarlo
a notte fonda sul ciglio della strada
steso all’insù come una foglia morta,
o sullo scoglio, o sotto il porticato
dalle ombre spesse dove stava fiero
della sua forma così ben piantata54 
e con orgoglio si toccava il naso
dopo aver puntato al cielo con un dito
sorridendo a chi lo riportava, narrando 
con estro le gesta notturne e il De rerum
natura imparato a memoria
colorito più spesso, diceva, per dare
risalto al picchiarsi degli atomi,
un filo alla storia che non si reggeva
un po’ come lui e nessuno dei due
si sapeva far credere. Allora
non stupì affatto la sua ultima favola,
narrata anche a me che non c’ero.




Da “Le strade di Gerico” (edito da Marco Serra Tarantola editore 2013)

Fondazione Carisbo
Alma Mater Studiorum
Dipartimento di Filologia Classica E Italianistica Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Via Zamboni 32 - 40126 Bologna - Cod.Fiscale: 80007013376 P.Iva: 01131710376 - © 2012
CREDITS: MEDIAVISION