Cerca su Griselda
Questo sito usa cookie di terze parti. Leggi la nostra Informativa cookies oppure chiudi questo avviso

Indice

Poeti del Centro:
Poesie
Matteo Bianchi

Sempreverde





                                 Non immaginavo fosse così facile la fine.



Fasullo com'era la pietra che portava al collo, l'imitazione di

una nobile premessa, una necessità  vietatagli dalla nascita.

Almeno ne possedeva una proiezione che si raccontava allo

specchio, o intanto che guidava, coperto dal ronzio della

confusione. Di quello che per lui era irraggiungibile, se non

come farsa, mentre per gli altri era la norma.

L'amore a cui si sentiva costretto non era altro che l'oro, il

metallo prezioso in cui s'incastonava la sua gemma alla

perfezione, e non aveva peso, ma impura allo stesso modo lo

obbligava al terreno, frutto senza prezzo di una mano superiore.

Realtà  non è semplicemente il contesto che ci fa stare bene? La

speranza ci vizia e ci trattiene: qui smeraldi grezzi portati al collo.


Fondazione Carisbo
Alma Mater Studiorum
Dipartimento di Filologia Classica E Italianistica Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Via Zamboni 32 - 40126 Bologna - Cod.Fiscale: 80007013376 P.Iva: 01131710376 - © 2012
CREDITS: MEDIAVISION