Cerca su Griselda
Questo sito usa cookie di terze parti. Leggi la nostra Informativa cookies oppure chiudi questo avviso

Indice

Poeti del Centro:
Poesie
Matteo Zattoni

L'estraneo bilanciato




A mezzanotte non sono io l’ospite che dorme
con il respiro soffice e delicato dell’estraneo che non ha
una sola responsabilità sulla casa, come una mamma
lo guardo nel sogno e non sono invidioso del suo confidente
riposo, del suo tirar su col naso
mi potrebbe ingoiare con la bocca grande
e vorace, coi denti scoperti sminuzzare in un boccone
neanche, poi si sveglierebbe voglioso di raccontare a qualcuno
chiunque sia, il buffo sogno
si crede al riparo da tutto, si crede al sicuro
bilanciato tra l’orma pronta del guanciale e l’altra ancora
da plasmare sull’opposto versante, penso che in fondo anch’io
sono stato così, confidente e beato
ora giro scalzo per una casa non mia di cui sono guardiano
sono così stanco, vi giuro, di tutto come se avessi già vissuto
molte e molte più vite, e mai nessuna mai
che sia felice.

Fondazione Carisbo
Alma Mater Studiorum
Dipartimento di Filologia Classica E Italianistica Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Via Zamboni 32 - 40126 Bologna - Cod.Fiscale: 80007013376 P.Iva: 01131710376 - © 2012
CREDITS: MEDIAVISION