Cerca su Griselda
Questo sito usa cookie di terze parti. Leggi la nostra Informativa cookies oppure chiudi questo avviso

Indice

Poeti del Centro:
Traduzioni
Nevio Spadoni

E rideremo del tempo


E mi vengono a dire
che gli anni non passano in fretta
se si mescolano gli ansiti delle notti bianche
con i tuoi gemiti al giorno.
L’acqua e il sole
hanno arrugginito il cornicione
ed è già ora che tu cambi casa.
Può darsi anche che giù per l’altra strada
tu senta l’odore del pane appena fatto,
che passi un carro
e la ruota dia due giri.
E allora sarà come ritornare ragazzo:
ti mettevi la barba di granoturco
e saltavi sulle pozzanghere come un matto.
In un piolo
di una lunga scala
inchioderemo i passi
e lì fermi come statue di gesso
rideremo del tempo che ci ha fottuti.

Nevio Spadoni
E a ridaren de’ temp

E i m’ven a dì
che j èn i n’pasa in prisia
s’i s’armes-cia i lens dal nöt biânchi
cun i tu gnech a e’ dè.
L’acva e e’ sol
j à ariznì e’ curnison
e l’è za óra che te t’chembia ca.
E’ pò dês nench che zo par cl’êtra strê
t’senta l’udór de’ pân apèna fat,
ch’e’ pësa un car
e la röda ch’la dëga du vulton.
E alóra e’ srà coma turnê tabach:
t’at mitiva la bêrba d’furminton
e t’saltiva int al scol coma un mat.
Int un pirôl
d’na schêla longa
a inciudaren i pës
e a lè fìrum coma stêtui d’zez
a ridaren de’ temp ch’u s’à futì.




Da Par tot i virs

Fondazione Carisbo
Alma Mater Studiorum
Dipartimento di Filologia Classica E Italianistica Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Via Zamboni 32 - 40126 Bologna - Cod.Fiscale: 80007013376 P.Iva: 01131710376 - © 2012
CREDITS: MEDIAVISION