Cerca su Griselda
Questo sito usa cookie di terze parti. Leggi la nostra Informativa cookies oppure chiudi questo avviso

Indice

Poeti del Nordovest:

Massimo Morasso

Foto di Daniele Ferroni
Foto di Daniele Ferroni

Massimo Morasso è nato a Genova nel 1964. Ha pubblicato La leggenda della primavera (in tre diverse plaquettes uscite per L’Obliquo: Nel ritmo del ritorno, 1997; Distacco, 2000; Le storie dell’aria, 2000), Viatico (Raffaelli, 2010) e La caccia spirituale (Jaca Book, 2012), trittico che compone il ciclo polistilistico de Il portavoce (1995-2010). Per alcuni anni ha scritto nel segno unico dell’attrice Vivien Leigh, dando alle stampe Le poesie di Vivien Leigh. Canzoniere apocrifo, (Marietti, 2005) e La vita intensa. I racconti di Vivien Leigh (Le Mani, 2009). Traduttore dal tedesco (Meister, Rilke, Goll) e dall’inglese (Yeats), si è dedicato anche alla critica letteraria (La furia per la parola nella poesia tedesca degli ultimi due secoli, puntoacapo, 2009, e In bianca maglia d’ortiche. Per un ritratto di Cristina Campo, Marietti, 2010) e d’arte (Essere trasfigurato, Qiqajon, 2012). Il suo ultimo libro è la raccolta di saggi narrativi Il mondo senza Benjamin (Moretti&Vitali, 2014).

Poesie
(ma a quale animale pensavi?)
(ci sono certe notti)
(il distacco non è un progetto)
(è tornato implacabile sul campo)
Al mercato di Mondovì
(potessi capire ti farei vedere tutto)
(come insegna Silvano)
(morire è una disfatta)
(sgobbando sui metafisici tedeschi)
(quando alla fine chiudo gli occhi)
(non lontano dal rifugio)
(la notte e, intorno, l’hu di una civetta)
PDF
Massimo Morasso - bibliografia
Massimo Morasso - poesie
Fondazione Carisbo
Alma Mater Studiorum
Dipartimento di Filologia Classica E Italianistica Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Via Zamboni 32 - 40126 Bologna - Cod.Fiscale: 80007013376 P.Iva: 01131710376 - © 2012
CREDITS: MEDIAVISION