Cerca su Griselda
Questo sito usa cookie di terze parti. Leggi la nostra Informativa cookies oppure chiudi questo avviso

Indice

Poeti del Nordest:
Traduzioni
Pier Franco Uliana

(E bianca neve)


E bianca neve scender senza vento,
ti sorprende mentre
cammini per il sentiero di foglie, dopo
tanto colore, rosso come le lingue
di fiamma del focolare, ecco il bosco
diventare tempio dell’eternità,
il senso suo farsi nel senso della luce,
nel silenzio del tempo e del sonno,
un chiaro di radura che può nascondere
ogni fantasma, o un qualche varco,
non ci sarà latrato di lupo o cagna,
né un’ombra a dare una direzione,
ma un freddo fuoco a riempire gli occhi
di lampi, e la foiba da cui scampavi
si aprirà, come botola sotto
i piedi dell’accecato messo alla forca.

Pier Franco Uliana
(E bianca nef)


E bianca nef végner do zhènzha vènt,
la te ciapa de bòt intant che ti
tu camina ntel troi de foje, dopo
tant de color, rovan come le léngue
de fiama del larin, èco la vizha
deventar tènplo de l’etarnità,
al sèns so farse ntel sèns de la lus,
ntel silènzhio del tènp e de la sòn,
un ciaro de ciarèla che ’l pol scònder
ògne fantasmo, o na qualche vartora,
no ghe sarà bucar de lof o cagna,
gnanca na unbrìa a dar na direzhion,
ma ’n fogo fret a inpenir i doi òci
de s’ciantis, e ’l bus che ti tu scanpéa
al se verdarà, come ’l bartoèl sote
i pié de l’orbì mes a la picada.

da Troi de Tafarieli

Fondazione Carisbo
Alma Mater Studiorum
Dipartimento di Filologia Classica E Italianistica Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Via Zamboni 32 - 40126 Bologna - Cod.Fiscale: 80007013376 P.Iva: 01131710376 - © 2012
CREDITS: MEDIAVISION