Cerca su Griselda
Questo sito usa cookie di terze parti. Leggi la nostra Informativa cookies oppure chiudi questo avviso

Indice

Poeti del Centro:
Poesie
Sabrina Foschini

(è una fame che non riposa)


È una fame che non riposa.
È una fame che si nutre di fame
e s’ingrossa nella mancanza.
Se ti dico passione ti dico un carico di braccia
che svuotano petali dai barili e dalle corolle
e li versano nei quadrati d’aria 
che tengono in circolo per anni
il nostro comune respiro.
Respiro qualunque, respiro che accelera
e che si spezza nell’urlo di gioia, di resa,
dalla bocca stropicciata dai baci, 
e dai silenzi, 
nelle stelle rigovernate 
dal sentire paziente e operoso dei cieli.
Se dico letto ti dico 
un’isola a righe
dove non poso la testa
per paura che mi colga nel sonno
la punizione di un tale abbandono.
L’abbandono del pesce 
nel suo confine d’acqua 
ribattezzato in tutti gli angoli.
L’abbandono dell’uovo 
nella farina, che semina il giallo
e unisce ogni granello macinato in pasta.
La resa del santo che prepara
un focolare domestico alla sua fede
e la resa del passo che danza
alla corte del pavimento.
Come un gatto che modella
la sua posa, sulle curve del mio corpo
io modello l’incastro delle mie ossa
la loro superstite morbidezza
nel canto bagnato delle tue braccia.




Tratta da: Il paragone col mare, Raffaelli 2002

Fondazione Carisbo
Alma Mater Studiorum
Dipartimento di Filologia Classica E Italianistica Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Via Zamboni 32 - 40126 Bologna - Cod.Fiscale: 80007013376 P.Iva: 01131710376 - © 2012
CREDITS: MEDIAVISION