Cerca su Griselda
Questo sito usa cookie di terze parti. Leggi la nostra Informativa cookies oppure chiudi questo avviso

Indice

Poeti del Centro:
Poesie
Salvatore Jemma

76.


e — dove? — chiese ancora la marmotta
mentre fissavo la striscia del torrente
— devo passare, raggiungere qualcuno
prima che i raggi buchino i folti rami
e l’occhio di dio ci fissi — allora lei
— per passare passi, ma è dura ritornare
all’umida solitudine, al nero assoluto
s’è fatta già una certa e poi sei spolto 
prendi dei rami secchi, accenditi un fuoco —;
e cosa, dopo questo? per tutta la notte
brillarono il giallo, il rosso della fiamma
le foglie del faggio si accesero e l’occhio
del falco, lentamente, squadrò il proprio mondo
di azzurro lucente, e la stesa del campo
il furore del vento, dietro il monte Gennaio
e l’onda di tempesta, battevano la cima;
la marmotta, andata, presa da altre storie
e le foglie, in quell’alba, divennero oro
qualcuna la raccolsi, per farne un’offerta
poi ripresi strada, andai verso quel Passo
cominciai a scendere per la valle del Reno;




da Decisioni, Paesaggio italiano

Fondazione Carisbo
Alma Mater Studiorum
Dipartimento di Filologia Classica E Italianistica Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Via Zamboni 32 - 40126 Bologna - Cod.Fiscale: 80007013376 P.Iva: 01131710376 - © 2012
CREDITS: MEDIAVISION