Cerca su Griselda
Questo sito usa cookie di terze parti. Leggi la nostra Informativa cookies oppure chiudi questo avviso

Indice

Poeti del Centro:
Poesie
Serena Maffia

Leona


Leona, mi chiami leona sotto un cielo di pagine stracce
china, ghiotta di colpa, colma d’umori
ascolto la storia che si ripete della femmina che muore
non sono più donna, senza essere madre
resto appesa ai baffi del gatto e ritraggo la coda
smorta, con il mento sul petto a cercare smaniosa un calore
i seni troppo lontani per bere a riparo:
«uomo spara su tutta la folla, donna muore per fare la folle»
vuole proteggere la figliolanza, stanca di fare e disfare.
Il coraggio è stata la forza d’un natale interiore
quando i passi nel buio della casa si sono rotti al trapasso
e sulla porta ho veduto il sorriso d’una donna qualunque
d’una donna ch’è donna, d’una donna gravida di speranza
d’una figlia che figlia il passato, che muore e rinasce al futuro.

Fondazione Carisbo
Alma Mater Studiorum
Dipartimento di Filologia Classica E Italianistica Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Via Zamboni 32 - 40126 Bologna - Cod.Fiscale: 80007013376 P.Iva: 01131710376 - © 2012
CREDITS: MEDIAVISION