Cerca su Griselda
Questo sito usa cookie di terze parti. Leggi la nostra Informativa cookies oppure chiudi questo avviso

Indice

Tema n.1:

Editoriale

Le sezioni / Perché Inferni e perché Griselda?

Il Dipartimento di Italianistica dell’Università di Bologna non vuole presentarvi l’ennesima rivista letteraria online per addetti ai lavori né un portale di pure informazioni o di percorsi stravaganti.

L’ambizione è quella di approntare un laboratorio che spezzi i recinti tradizionali del mondo letterario in cui molti vorrebbero che fosse confinato.

Letteratura è vita , è assillo bruciante, è chiave per capire il mondo e noi stessi, parlando di ciò che ci è intrinseco: letteratura è collocarsi coll’occhio memorabile del grande poeta ma anche con il curioso esplorare del lettore meno qualificato, al cuore dei conflitti e delle lacerazioni che ci assillano, delle gioie che ci trascinano, delle paure che ci paralizzano.

Vogliamo aprire le nostre stanze, le nostre competenze, la nostra voglia di discutere del mondo e di noi attraverso, con e per la letteratura a tanti, a cominciare da insegnanti, studenti fino agli specialisti. Di tutti ascolteremo pareri, con tutti dialogheremo, di tutti vorremmo avere contributi nelle varie sezioni del nostro laboratorio.


Le sezioni


Griseldaonline, dunque, offre a tutti i lettori una vasta gamma di informazioni e servizi, accessibili tramite una serie di link che collegano le varie risorse all’interno di un costrutto ipertestuale facilmente navigabile. La home page contiene un sommario generale e le notizie principali.

Le sezioni sono così suddivise:

1. I percorsi di Griselda

2. Formazione e didattica

3. Informatica umanistica

1. La sezione I percorsi di Griselda si propone di ripensare la letteratura attraverso temi e topoi che delimitano alcuni luoghi letterari “estremi”, rilevanti, caratterizzanti. Con scadenza quadrimestrale, infatti, si affronterà di volta in volta un solo tema. Questa sezione, inoltre, ospita due rubriche: Microscopìe e Letture. Microscopìe è una guida all’interpretazione dei testi: qui vengono approfonditi e commentati sotto forma antologica saggi di critica letteraria oppure alcuni luoghi o passi rilevanti di letteratura. Letture, invece, ospita brani scelti, interviste, saggi di tono più “leggero” e senza commento: un occasione per distrarsi e, speriamo, anche per sorridere. Entrambe le rubriche si accordano al tema generale.

2. La sezione Formazione e didattica si occupa di offrire agli insegnanti un accesso di base all' area letteraria umanistica, proponendo al contempo nuovi argomenti di dibattito (forum) e percorsi didattici organizzati in base al tema scelto per il numero in corso. Vi sarà inoltre una sezione di lingua con suggerimenti di tipo lessicale, approfondimento del discorso poetico e letterario elementare. L'obiettivo principale è presentare sia materiale utilizzabile nei corsi di lingua e cultura italiana sia intervenire attivamente nel dibattito sulle metodologie didattiche dell'area letteraria umanistica.

3. La sezione Informatica umanistica è dedicata alle applicazioni informatiche e ai "prodotti" elettronici utili per lo studioso di italianistica. Non solo saggi e monografie sull'argomento, ma trattazioni teoriche di tipo metodologico ed esemplificazioni pratiche attorno al rapporto informatica e discipline umanistiche. Diverse sono le forme di RAPPRESENTAZIONE del testo all'atto della sua conversione in esemplare elettronico. I criteri della rappresentazione dipendono dalla natura stessa della fonte di origine. Edizioni critiche ipertestuali, immagini digitali di manoscritti e principes, banche dati testuali di classici, sistemi di indicizzazione automatica e produzione di concordanze, elaborazioni computazionali nell'ambito dell'ecdotica sono gli esempi più eloquenti delle applicazioni informatiche al testo letterario.


Perché Inferni e perché Griselda?


I testi ci interrogano e ci parlano: ci scrutano e nello scrutarli noi tentiamo di “navigare” in una realtà sempre più drammatica e indecifrabile. Per questo motivo, dunque, abbiamo scelto di cominciare con il tema “Inferni”. Gli inferni che viviamo, gli inferni che ci hanno preceduto, le arti che li hanno percorsi: la scelta etica è al tempo stesso laica e netta; la letteratura ci invita a leggere le nuove contraddizioni anche estreme, ci dona i linguaggi per dirle. E Griselda ci può aiutare a ripensare alla realtà attarverso la letteratura. Griselda, come si sa, è l’ultimo personaggio femminile delle novelle del Decameron di Giovanni Boccaccio (Decameron X, 10). E’ un personaggio umile, ma caparbio: con grande magnanimità e forza morale sopporta le crudeltà a cui viene sottoposta. Questa giovane donna rappresenta la forza della ragione e dei sentimenti contro la brutalità e la barbarie di cui l’umanità può essere capace. E’, infine, un “personaggio europeo”: la storia di Griselda, grazie alla mediazione del Petrarca, si è straordinariamente diffusa in tutta Europa. E’ un personaggio di Boccaccio, di Petrarca e di Chaucer, per citare solo alcuni tra i grandi maestri delle letteratura europea.

Se il sapere oggi si configura sempre più come enciclopedia aperta, come mappa di riferimento tra punti anche imprevedibili e se la letteratura oggi può essere al cuore di questa rete conoscitiva, Griseldaonline vuole essere uno strumento di servizio di tutto ciò. Uno strumento che può aiutarci a comunicare con l’esterno anche attraverso forum, stabilendo un contatto con le Università straniere - a partire dalle molte convenzioni che l’Ateneo di Bologna ha con gli Atenei di tutto il mondo - per attivare nuove e fruttuose collaborazioni. Tanti, ricercatori, insegnanti, imprese attente alla lettura e ai testi, studenti, editori ci hanno promesso attenzione: con loro, con tutti voi speriamo di condurre un viaggio non banale e non effimero. Buona lettura.




















Alma Mater Studiorum
Dipartimento di Filologia Classica E Italianistica Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Via Zamboni 32 - 40126 Bologna - Cod.Fiscale: 80007013376 P.Iva: 01131710376 - © 2012
CREDITS: MEDIAVISION